Implantologia a carico immediato e differito


L'implantologia dentale si prefigge la riabilitazione funzionale di elementi dentari mancanti tramite tecniche chirurgiche di inserimento nell'osso, sia mandibolare che mascellare, di dispositivi metallici sostitutivi.

 

Le tecniche chirurgiche di tipo endossee, a carico immediato e a carico differito, sono sperimentate da anni nella totale sicurezza operativa; altrettanto si può dire degli impianti utilizzati, che nella tipica forma a vite sono costituiti da titanio di grado 5 con le seguenti caratteristiche:

 

  • inerzia biochimica
  • biotollerabilità
  • resistenza alla corrosione
  • atossicità
  • assenza di sapore
  • bassa conducibilità termica
  • basso peso specifico
  • radiotrasparenza
  • durezza

Lo Studio Ferri utilizza impianti in titanio di grado 5 prodotti dalla Zimmer e dalla Sweden & Martina, per la quale lo Studio Ferri è attestato come Centro di Eccellenza.

 

Al fine di comprendere come lo Studio Ferri propone una terapia implantologica al paziente, è necessario chiarire alcuni concetti base:

  • Implantologia a carico immediato

si tratta di una tecnica che prevede l’inserimento degli impianti a vite in titanio e l’ancoraggio delle corone o protesi fisse in una sola fase.

Con l’implantologia a carico immediato si può sostituire un solo dente o un’intera arcata inserendo gli impianti nelle zone edentule preesistenti utilizzando la tecnica transmucosa, e raramente, negli alveoli subito dopo l’estrazione.

Implantologia a carico immediato per un solo dente

Implantologia a carico immediato per un'intera arcata tramite la metodologia All On Four


Questi impianti generalmente non sono raccomandabili per la sostituzione dei denti laterali, perché persiste il rischio di danneggiare il nervo mandibolare o il seno mascellare: in questi casi infatti è auspicabile la tecnica All On Four, che prevede l’inserimento di 4 impianti nella zona frontale di ogni mascella, su quale viene fissata una dentiera senza palato.

 

L'implantologia a carico immediato non è in grado di sostenere il carico masticatorio senza un’attesa compresa tra i quattro ed i sei mesi.

 

  • Implantologia a carico differito

si tratta di una tecnica che prevede due fasi: nella prima fase si apre un lembo gengivale e s’inserisce l’impianto ovvero la vite in titanio su cui si appone un tappo; poi si richiude la gengiva con punti di sutura. Nella fase successiva si monta il pilastro ovvero il moncone sul quale si innesta la corona ovvero il dente. Il periodo tra le due fasi, chiamato periodo di osteointegrazione, è compreso tra i tre ed i quattro mesi per la mandibola e tra i cinque ed i sei mesi per la mascella superiore.

Implantologia a carico differito per un dente

Implantologia a carico differito per un'arcata


Il vantaggio per il paziente curato con impianti a carico immediato consiste nella velocità di realizzazione, visto che non si applicano punti di sutura e si ristabilisce in pochissimo tempo la funzione masticatoria ottenendo immediatamente denti fissi.

 

 

L'applicazione della tecnica chirurgica a carico immediato, piuttosto che differito, è però subordinata alla valutazione della sede di impianto secondo alcuni requisiti canonici:

  • una buona qualità e quantità ossea della mascella superiore e inferiore (nel caso in cui il paziente si trova in trattamento di crescita ossea, non si può procedere all’intervento prima di aver finito la terapia)
  • lo stato fisiologico del paziente soprattutto in riferimento ad una terapia oncologica per patologia ossea
  • un buon sopporto del tessuto gengivale 

 

 

Lo Studio Ferri inoltre esegue, nei pazienti ancora in fase di valutazione, il test EAV  detto anche Elettro Agopuntura secondo Voll, tramite il quale si indaga lo stato elettromagnetico del meridiano corrispondente al nervo mandibolare: nel caso in cui fossero rilevati valori non equilibrati sarà considerata una terapia omeopatica di compensazione dello sbilanciamento dello stato elettromagnetico del medesimo meridiano.

 

Se il paziente pertanto non dovesse presentare le condizioni necessarie per la realizzazione di un impianto a carico immediato, allora si potrà ricorrere all’implantologia a carico differito.